Premessa

La Casa di cura, gestita dalla “Mater Dei di G. Nesi & C. S.p.A.” (d’ora in poi individuata come Mater Dei), è autorizzata, secondo il decreto DDG 01114/10 del 26/04/2010, a svolgere attività chirurgiche ed è dotata di cinquantasei posti letto destinati alla Chirurgia Generale, alla Oculistica, all’Ortopedia e Traumatologia, alla Urologia e alla Riabilitazione; cinque posti, nell’ambito dei 56, sono destinati all’attività di day hospital / day surgery.I posti predetti sono in regime di accreditamento con il S.S.N. (Chirurgia Generale 15 – Oculistica 4 - Ortopedia e Traumatologia 10 – Urologia 8 – Riabilitazione 14 - Day hospital / day surgery 5).La Casa di Cura Mater Dei è anche convenzionata con il Servizio Sanitario Nazionale come laboratorio di diagnostica clinica con le seguenti branche:

  • diagnostica generale di base;
  • microbiologia e sieroimmunologia;
  • chimica clinica e tossicologia con RIA.

Cos’è il Codice Etico

Il Codice Etico, redatto tenendo conto dello schema tipo emesso dall’AIOP nel settembre 2010, definisce i valori che caratterizzano la Mater Dei (la cosiddetta mission) e le conseguenti linee guida di comportamento (per i dettagli si fa riferimento al “Manuale del Modello Organizzativo ai sensi del D. Lgs. 231/2001”).I soggetti che interagiscono in nome e per conto della Mater Dei devono essere messi a conoscenza del documento e rispettarne i contenuti.Il Codice Etico è predisposto e mantenuto aggiornato dal Responsabile Qualità ed è approvato dall’Amministratore Unico.

Destinatari del codice etico

I destinatari del presente Codice Etico sono:

  • i soci;
  • l’Amministratore Unico;
  • l’OdV;
  • il Collegio Sindacale;
  • tutti i collaboratori a rapporto di lavoro dipendente e/o libero professionale, compresi eventuali tirocinanti o stagisti;
  • tutti coloro che, direttamente o indirettamente, stabilmente o temporaneamente, instaurano rapporti con la Mater Dei, in virtù dei quali si possano trovare ad operare in nome e per conto.

I destinatari del Codice Etico sono tenuti ad osservare le prescrizioni in esso contenute e la violazione del Codice, può comportare lo scioglimento dei contratti e l’applicazione di sanzioni (rif. Manuale Modello Organizzativo, cap.7).La Mater Dei promuove la più ampia diffusione del Codice presso tutti i soggetti interessati, tramite

  • la pubblicazione sul sito internet;
  • la diffusione al proprio personale tramite la condivisione nella intranet aziendale e la consegna al personale neoassunto (in sede di assunzione);
  • l’inserimento del riferimento al codice etico nei contratti con i fornitori;
  • l’organizzazione di sessioni formative, per tutto il personale, finalizzate alla divulgazione dei contenuti del presente codice etico e del manuale del modello organizzativo 231/2001.

Missione, valori e politica gestionale

La Mater Dei persegue le finalità di promozione e tutela della salute, in attuazione degli obiettivi assistenziali previsti dalla programmazione sanitaria nazionale e regionale siciliana. Inoltre, l’Azienda persegue gli obiettivi generali definiti dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per tutte le organizzazioni sanitarie e cioè: alto grado di eccellenza professionale; efficienza nell'uso delle risorse; minor rischio possibile per il paziente, per gli operatori e per l'ambiente a seguito di attività di diagnosi e cura; alto grado di soddisfazione del paziente; efficacia delle cure.I principi fondamentali su cui si fonda la politica gestionale della Mater Dei Mater Dei sono

  • l’onestà, il rispetto delle normative vigenti e dei Codici Deontologici attinenti alle professioni di ciascuno;
  • l’eguaglianza e imparzialità nell’accesso ai servizi erogati;
  • la garanzia che il percorso diagnostico terapeutico per i paziente sia appropriato, tempestivo ed efficace e comporti il minor rischio possibile, assicurando l'erogazione delle prestazioni in ambienti adeguati, confortevoli e sicuri e promuovendo
  • la formazione continua del personale,
  • l’utilizzo di protocolli terapeutici validati,
  • l’utilizzo di strumenti ed attrezzature all’avanguardia e sottoposti agli interventi di manutenzione e ai controlli di sicurezza necessari;
  • l’utilizzo di schede di controllo delle attività, comprese quelle finalizzate alla garanzia della sicurezza del paziente in sala operatoria (sign in, sign out, time out).
  • il rispetto della dignità del paziente;
  • la chiarezza e completezza delle informazioni fornite al paziente:
  • il paziente è Informato sulle caratteristiche della struttura sanitaria, sulle prestazioni erogate, sulle modalità di accesso e sulle relative competenze, in modo da poter scegliere liberamente di usufruire delle prestazioni, dopo che gli sono state chiaramente descritte (diritto di libera scelta). Le informazioni sono trasmesse attraverso la comunicazione verbale, semplice ed immediata e documenti informativi, quali la Carta dei servizi, brochures, etc. nei locali d’attesa e sul sito internet.
  • viene messa in primo piano la dimensione umana del paziente, ponendo particolare attenzione ai risvolti psicologici connessi con la sua condizione di salute e la sua permanenza nella Mater Dei, pertanto il personale, dotato di spiccate doti comunicative, spiega, con parole semplici, al paziente la sua patologia e le cure a lui prestate e fornisce le risposte alle sue domande
  • la continuità del servizio, nel rispetto dei principi sanciti dalla legge e fermo restando quanto previsto dai contratti collettivi nazionali di lavoro dei dipendenti, adottando le misure necessarie per ridurre al minimo eventuali disagi correlati con situazioni di funzionamento irregolare o di interruzione del servizio imputabili a cause di forza maggiore;
  • la garanzia della privacy: tutti i dati e le informazioni degli utenti devono essere gestiti in forma rigorosamente controllata nell’assoluto rispetto delle leggi vigenti e della correttezza e della deontologia professionale degli operatori sanitari;
  • il perseguimento della soddisfazione del paziente, attraverso la gestione di eventuali reclami e la somministrazione di questionari per la valutazione della sua soddisfazione, che vengono analizzati e studiati per trovare opportunità di miglioramento;
  • il perseguimento della soddisfazione dei propri operatori, rispettando i diritti dei lavoratori e promuovendo la loro valorizzazione, incentivandone l’aggiornamento professionale.

Inoltre, nel rispetto dei punti sopra citati, la Mater Dei di G. Nesi & C. S.p.A.:

  • non tollera comportamenti tendenti all’induzione ad agire contro la legge e vieta, al personale aziendale e a chi opera in nome e per conto dell’azienda, di accettare, offrire o promettere, anche indirettamente, denaro, doni, servizi o prestazioni non dovuti nei rapporti intrattenuti con pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio; è consentito accettare o offrire doni che rientrino nei consueti usi di ospitalità, cortesia e per particolari ricorrenze;
  • non tollera comportamenti tendenti alla discriminazione degli utenti e del personale e lesivi della dignità personale:
  • l’ordine di accesso ai servizi è determinato su basi oggettive (cronologico, a meno di urgenze) e non sull’aspetto fisico, le conoscenze, la razza, ecc. dell’utente;
  • la selezione del personale avviene con criteri improntati alla massima trasparenza, sulla base del possesso dei requisiti definiti nei Profili Professionali.
  • promuove la formazione del personale a tutti i livelli, attuando un Piano di formazione annuale, che comprende sempre sessioni formative su privacy, sicurezza, rischio clinico e sicurezza del paziente, qualità e modello organizzativo 231 (compreso Codice Etico);
  • riconosce l’importanza del rispetto dell’ambiente e richiede la valutazione, da parte dei Destinatari, dell’impatto ambientale delle proprie decisioni, al fine di minimizzarne gli eventuali effetti negativi. Programma le proprie attività ricercando il migliore equilibrio possibile tra iniziative economiche ed esigenze ambientali.

Rapporti con enti esterni all’azienda

La Mater Dei garantisce che i rapporti con enti esterni all’azienda siano improntati su:

  • piena trasparenza e correttezza;
  • rispetto della legge, con particolare riferimento alle disposizioni in tema di reati contro la Pubblica Amministrazione;
  • indipendenza nei confronti di ogni forma di condizionamento, sia interno che esterno.

Rapporti con gli utenti

La Mater Dei recepisce le direttive nazionali e regionali sui controlli e verifiche di qualità; dedica inoltre particolare attenzione alla domanda di qualità sempre più frequente nella popolazione, raccogliendo le impressioni e le segnalazioni di pazienti e familiari, monitorando costantemente i propri standards con l’obiettivo di migliorarli nel tempo.

"Consenso informato 

Prima di procedere all'esecuzione di atti medici quali interventi chirurgici e relative anestesie, procedure diagnostiche invasive, somministrazione di farmaci particolari, trasfusioni di sangue ed emoderivati, il personale medico della Mater Dei illustra in modo chiaro ed esauriente le modalità di esecuzione e i rischi connessi a tali procedure e assicura, se necessario, nel caso di utenti stranieri, l’utilizzo di interpreti con adeguate conoscenze linguistiche. In nessun caso, vengono adottati da parte del medico strumenti persuasivi ingannevoli o non veritieri.Tali informazioni sono date dal medico che ha in cura il paziente e sono accettate dall’utente, attraverso la sottoscrizione, da ambo le parti, del modello “Consenso Informato”.Il paziente, una volta informato, è libero di rifiutare la prestazione.

Rispetto della privacy (D. Lgs. 196/2003)

La Mater Dei garantisce la riservatezza dei dati personali di ogni paziente attraverso l'adozione di una serie di comportamenti e di atti riferiti al D. Lgs. 196/2003 riguardante la tutela delle persone ed il rispetto di dati personali. All’atto della prenotazione dei ricoveri o dell’esame di laboratorio, il paziente viene informato circa le modalità di trattamento dei dati personali e sensibili effettuati e circa i propri diritti (“Informativa” allegata al modulo M27) e gli viene chiesto l’esplicito consenso al trattamento dei dati, specificando che la negazione del consenso causerebbe l’immediata interruzione del rapporto. In questa sede, gli viene anche chiesto di individuare una o più persone cui è possibile divulgare informazioni circa la sua salute ed il suo stato di ricovero.Per il rispetto della legge sulla privacy, inoltre sono adottate le seguenti procedure:

  • i dati personali idonei a rilevare lo stato di salute del paziente ricoverato nella Casa di cura possono essere resi noti all’interessato esclusivamente da parte del medico che lo ha in cura;
  • le visite, i prelievi ed i colloqui con i medici avvengono nel rispetto del pudore, dell’intimità e della privacy del paziente;
  • all’atto della prenotazione del ricovero o di una visita, i pazienti sono invitati a non sostare in prossimità dell’accettazione se il personale addetto è impegnato con altro paziente;
  • all’atto della prenotazione della visita specialistica o dell’esame di laboratorio, i pazienti sono identificati da un codice progressivo oppure vengono utilizzati sistemi eliminacode.

Valutazione della soddisfazione del paziente 

Al paziente / utente della Mater Dei, a conclusione della prestazione, è richiesto di esprimere un giudizio su diversi aspetti chiave della gestione della casa di cura e del laboratorio analisi; tali aspetti possono essere raggruppati in macroaree:

  • aspetti inerenti il prericovero/prenotazione dell’esame
  • aspetti inerenti il personale
  • aspetti organizzativi (comunicazione)
  • aspetti inerenti il confort della struttura (organizzazione degli spazi, condizioni delle camere e dei servizi igienici)
  • aspetti inerenti il servizio pasti (non applicabile chiaramente al servizio di laboratorio analisi)

Per facilitare la compilazione dei questionari da parte degli intervistati e la successiva rielaborazione dei dati, sono richiesti giudizi di tipo chiuso (comprensivi cioè delle possibili alternative di scelta). Per ciascuna risposta è attribuito un punteggio, variabile da 0=pessimo servizio a 3=ottimo servizio.I questionari sono raccolti dal personale dell’accettazione e consegnati, mensilmente, al Responsabile Qualità della Mater Dei.I dati relativi alla soddisfazione del cliente sono analizzati allo scopo di mettere in luce punti deboli e punti di forza del servizio, così da poter agire per migliorarlo. La Casa di cura si impegna ad offrire un livello di servizio tale da ottenere un punteggio complessivo mai inferiore a 2,5. La Casa di cura si impegna, nel caso in cui si rilevi un valore al di sotto della soglia stabilita, a studiare il problema e a definire opportune azioni correttive.

URP e gestione dei reclami

La Casa di cura ha istituito un ufficio relazioni con il pubblico, che è l’interfaccia dell’utenza, anche per eventuali reclami.Chiunque intenda presentare un reclamo per un disservizio riscontrato all’interno della casa di cura o per un inadeguato comportamento del personale può farlo presso l’accettazione, utilizzando la modulistica appositamente predisposta: la casa di cura si impegna a dare immediato riscontro al reclamo svolgendo le dovute verifiche.

Rapporti con la Pubblica Amministrazione

La Mater Dei assicura piena trasparenza e completezza informativa nella predisposizione di comunicazioni, prospetti ed avvisi diretti alla Pubblica Amministrazione.Il personale è tenuto ad astenersi rigorosamente dall’esibire documenti falsi e/o alterati alla PA, ovvero sottrarre e/o omettere l’esibizione, se dovuta, di documenti, informazioni o dati di qualsiasi tipo, ovvero dal tenere una condotta tendente a trarre in inganno la PA, in particolare per ciò che riguarda la gestione delle attività relative ai ricoveri e alle pratiche ambulatoriali.Ogni operazione erogata per conto del SSN è legittima, congrua e adeguatamente documentata, al fine di poter procedere, in ogni momento, all’effettuazione di controlli che consentano di (I) verificarne le caratteristiche e le motivazioni e (II) individuare i soggetti che hanno autorizzato, effettuato, registrato e verificato l’operazione stessa.Nei rapporti intrattenuti con la Pubblica Amministrazione, è necessario che la Mater Dei operi sempre nel rispetto della legge ed, in particolare:

- l’assunzione di impegni con la PA, comprese le Autorità di Vigilanza, è riservata esclusivamente all’Amministratore Unico o, eventualmente, alle funzioni aziendali preposte ed autorizzate;

  • non è permesso al personale, a qualunque titolo operante presso la Mater Dei, né direttamente, né indirettamente, ricevere, offrire o promettere denaro, doni o compensi, sotto qualsiasi forma, né esercitare illecite pressioni, né promettere qualsiasi oggetto, servizio, prestazione o favore a dirigenti, funzionari e dipendenti della Pubblica Amministrazione, ovvero a soggetti incaricati di pubblico servizio e a loro parenti o conviventi, allo scopo di indurli al compimento di un atto conforme o contrario ai doveri d’ufficio, dovendosi ritenere tale anche lo scopo di favorire o danneggiare una parte in un processo civile, penale o amministrativo, arrecando un vantaggio diretto o indiretto alla Mater Dei.

L’omaggistica, che può essere eventualmente offerta dalla Mater Dei in occasione di ricorrenze o festività, è costituita da beni di valore modico ed è unicamente volta a promuovere l’immagine della Mater Dei, pertanto non può assolutamente essere interpretata come un mezzo utilizzato al fine di ottenere trattamenti di favore nello svolgimento di qualsiasi pratica/attività.Qualora uno dei Destinatari riceva richieste esplicite o implicite di benefici di qualsiasi natura da parte di funzionari della Pubblica Amministrazione dovrà:

  • informare tempestivamente, per iscritto, l’OdV;
  • sospendere immediatamente ogni rapporto con essi.

- presso la Mater Dei vi è il divieto di assunzione, anche sotto forma di collaborazione libero professionale o consulenza, di personale, appartenente a Enti Pubblici con i quali la Mater Dei intrattenga rapporti, che ricopra ruoli abilitanti all’emissione di provvedimenti autorizzativi e/o sia componente di organi di vigilanza e/o di commissioni ispettive. Detto divieto viene esteso alle medesime figure non più in organico da un periodo non inferiore a 12 mesi.Per quanto riguarda l’erogazione di fondi pubblici:

  • non è consentito utilizzare o presentare dichiarazioni e documenti attestanti fatti e notizie non vere, ovvero omettere informazioni per conseguire, a vantaggio o nell’interesse proprio e/o della Mater Dei, contributi, finanziamenti o altre erogazioni concesse, a qualsiasi titolo, dallo Stato, da un Ente Pubblico o dall’Unione Europea;
  • è fatto esplicito divieto di utilizzare contributi, finanziamenti o altre erogazioni, concesse alla Mater Dei dallo Stato, da un Ente Pubblico o dalla Comunità Europea, per scopi diversi da quelli per i quali gli stessi siano stati assegnati.

Per quanto riguarda la partecipazione a bandi di gara per l’ottenimento di finanziamenti, occorre:

  • operare seguendo i principi di correttezza, trasparenza e buona fede;
  • al momento dell’esame del bando di gara, valutare la congruità e la fattibilità delle prestazioni richieste;
  • intrattenere relazioni chiare e corrette con i funzionari della PA incaricati.

Nel caso di aggiudicazione del finanziamento, occorre altresì garantire:

  • il chiaro e corretto svolgimento di quanto previsto dal bando;
  • il diligente e puntuale adempimento degli obblighi contrattuali, anche nei confronti di terze parti coinvolte.

Rapporti con gli Enti e le Associazioni

La Mater Dei:

- non finanzia partiti, loro rappresentanti e candidati e si astiene da qualsiasi pressione impropria (diretta o indiretta) nei confronti di esponenti politici - può aderire a richieste di contributi, provenienti da Enti e Associazioni senza fini di lucro e con regolari statuti ed atti costitutivi, che siano di elevato valore culturale o benefico e che coinvolgano un notevole numero di cittadini;

  • le eventuali attività di sponsorizzazione possono riguardare i temi della medicina e della ricerca scientifica, del sociale, dell’ambiente, dello sport, dello spettacolo e dell’arte e sono destinate solo ad eventi che offrano garanzia di qualità.

In ogni caso, nella scelta delle proposte a cui aderire, la società è attenta a prevenire e ad evitare ogni possibile conflitto di interessi di ordine personale o aziendale.

Rapporti con i fornitori

I soggetti preposti al processo di acquisizione di beni e/o servizi: 

- sono tenuti al rispetto dei principi di imparzialità ed indipendenza nell’esercizio dei compiti e delle funzioni affidate; 

- devono mantenersi liberi da obblighi personali verso fornitori e consulenti;

- devono mantenere i rapporti e condurre le trattative in modo da creare una solida base per relazioni reciprocamente convenienti e di lunga durata, nell’interesse della società;

 - sono tenuti a segnalare immediatamente qualsiasi tentativo o caso di immotivata alterazione dei normali rapporti commerciali all’OdV;

- non devono accettare beni o servizi da soggetti esterni o interni a fronte dell’ottenimento di notizie riservate o dell’avvio di azioni o comportamenti volti a favorire tali soggetti, anche nel caso non vi siano ripercussioni dirette per la società.Il processo di acquisto deve conciliare sia la ricerca del massimo vantaggio competitivo della società sia la lealtà e l’imparzialità.La Mater Dei ha cura che gli unici criteri di scelta dei professionisti e consulenti siano legati alla qualità ed alla competenza tecnica. Per particolari tipologie di beni/servizi, oltre ai normali criteri di selezione, occorre considerare anche l’esistenza concreta di adeguati sistemi di qualità aziendali.

I conflitti d’interesse

I collaboratori (a rapporto di lavoro dipendente e/o libero professionale), i membri degli organi sociali e, in genere, tutti coloro che operano in nome e per conto della Mater Dei, devono evitare ogni possibile situazione di conflitti d’interesse che possa derivare dal:

  • partecipare a decisioni che riguardino affari dai quali potrebbe derivare un interesse personale;
  • accettare accordi dai quali possano derivare vantaggi personali;

- compiere atti, stipulare accordi e, in genere, tenere qualsivoglia comportamento che possa, direttamente o indirettamente, causare alla Mater Dei un danno, anche in termini di immagine e/o credibilità sul mercato;

- confliggere con l’interesse della Mater Dei, influenzando l’autonomia decisionale di un altro soggetto demandato a definire rapporti commerciali con o per la stessa.Gli Amministratori e i collaboratori che si trovino in una situazione di conflitto d’interesse, anche solo potenziale, devono darne immediata notizia all‘O.d.V. che valuterà il comportamento da tenere. Nella conduzione di qualsiasi attività la società deve evitare situazioni ove i soggetti coinvolti nelle transazioni siano, o possano anche solo apparire, in conflitto di interesse.

Gestione delle risorse finanziarie e trasparenza contabile

La gestione delle risorse finanziarie deve avvenire nel rigoroso rispetto delle deleghe conferite, nonché di eventuali specifiche autorizzazioni per il compimento di particolari operazioni.La trasparenza contabile si fonda sull’esistenza, l’accuratezza e la completezza dell’informazione di base per le relative registrazioni contabili. Ciascun amministratore, collaboratore e fornitore di servizi è tenuto ad operare affinché i fatti di gestione siano rappresentati correttamente e tempestivamente nella contabilità.Per ogni operazione deve essere conservata agli atti un’adeguata documentazione di supporto dell’attività svolta, in modo da consentire: 

- l’agevole registrazione nella contabilità; 

- l’individuazione dei diversi livelli di responsabilità; 

- la ricostruzione accurata dell’operazione, anche per ridurre la probabilità di errori interpretativi. 

Tutti i soggetti sono tenuti ad informare tempestivamente i propri responsabili dell’eventuale riscontro di omissioni, falsificazioni, trascuratezze della contabilità o della documentazione sulla quale si basano le registrazioni contabili, con adeguati canali comunicativi.La segnalazione deve essere effettuata anche all’OdV.

I rapporti interni

Norme di comportamento del personale

Il personale (dipendente o con contratto di collaborazione libero professionale) della Mater Dei deve:

  • impegnarsi a curare le proprie competenze e la propria professionalità, arricchendole con l’esperienza e la collaborazione dei colleghi, assumendo un atteggiamento costruttivo e propositivo, stimolando la crescita professionale;
  • contribuire, mediante il costante impegno professionale ed il corretto comportamento personale, al raggiungimento e mantenimento degli obiettivi di eccellenza propri della Mater Dei nell’erogazione dei servizi sanitari, didattici e scientifici;
  • aggiornarsi autonomamente sulla normativa vigente, rispetto ai propri compiti;
  • osservare scrupolosamente i precetti previsti dai Codici Deontologici nella misura applicabile al loro operato;
  • evitare di sollecitare o accettare, per sé o per altri, raccomandazioni, trattamenti di favore, doni o altra utilità da parte dei soggetti con i quali si entra in relazione;
  • proteggere e mantenere riservate le informazioni acquisite nello svolgimento delle attività assegnate;
  • rispettare e salvaguardare i beni di proprietà della Mater Dei, nonché impedirne l’uso fraudolento o improprio;
  • utilizzare gli strumenti aziendali in modo funzionale ed esclusivo allo svolgimento delle attività lavorative o agli scopi autorizzati dalle funzioni interne preposte;
  • evitare che la situazione finanziaria personale possa avere ripercussioni sul corretto svolgimento della propria attività lavorativa;
  • garantire parità di trattamento a tutti gli utenti;
  • collaborare con l’OdV nel corso delle attività di verifica e vigilanza, fornendo i dati e le informazioni richieste e segnalare i casi di contravvenzione al presente Codice e al manuale del modello organizzativo.

Se un dipendente desidera segnalare una violazione (reale o presunta) del manuale e/o del codice etico, può rivolgersi all’OdV, tramite comunicazione scritta (non anonima) da recapitare con lettera raccomandata postale, intestata a:OdV della Mater Dei di G. Nesi & C. S.p.A. ai sensi del D. Lgs. 231/2001V.le Mario Rapisardi, 1 95124 Catania.

In particolare, ai Destinatari è fatto stretto divieto di:

  • utilizzare strumenti di persuasione scientifica o di altro genere i cui contenuti siano ingannevoli o comunque non veritieri;
  • erogare prestazioni non necessarie o dichiarare prestazioni non effettivamente erogate;
  • utilizzare codici di diagnosi e cura diversi dai codici corrispondenti alla prestazione effettivamente erogata;
  • contabilizzare prestazioni ambulatoriali nell’ambito dei ricoveri ordinari;
  • duplicare la fatturazione della medesima prestazione o non emettere note di credito qualora siano state fatturate, anche per errore, prestazioni inesistenti o non finanziabili;
  • tenere comportamenti che tendano ad alterare la corretta gestione delle liste d’attesa;
  • alterare o manomettere i contenuti della Cartella Clinica in ogni sua parte;
  • usufruire, per proprie finalità, dei progetti, dei sistemi, dei procedimenti, delle metodologie, dei rapporti o di altra invenzione o attività sviluppata dalla Mater Dei e di cui quest’ultima è titolare dei diritti di proprietà individuale.

Gestione delle risorse umane

La Mater Dei si impegna a sviluppare le capacità e le competenze di ciascun collaboratore affinché l’energia e la creatività dei singoli trovino piena espressione, realizzandosi le potenzialità di ognuno.La Mater Dei è impegnata a offrire pari opportunità di lavoro per tutti i collaboratori, sulla base delle qualifiche professionali e delle capacità di rendimento, senza alcuna discriminazione, selezionando, assumendo, retribuendo il personale in base a criteri di merito e competenza, senza alcuna discriminazione politica, sindacale, religiosa, razziale, di lingua o di sesso, nel rispetto di tutte le leggi, dei regolamenti e delle direttive vigenti.

Ambiente e sicurezza

La Mater Dei gestisce le sue attività perseguendo l’eccellenza nel campo della tutela dell’ambiente e della sicurezza del proprio personale, dei pazienti e dei terzi, ponendosi come obiettivo il miglioramento continuo delle proprie prestazioni in materia e a tal fine:

(i)  si impegna a rispettare le disposizioni vigenti in materia di sicurezza e ambiente;

(ii) elabora e comunica le linee guida della tutela dell’ambiente e della sicurezza che devono essere seguite;

  • promuove la partecipazione dei collaboratori al processo di prevenzione dei rischi, di salvaguardia dell’ambiente e di tutela della salute e della sicurezza nei confronti di se stessi, dei colleghi e dei terzi.

In particolare, con riferimento alla salute e sicurezza sul lavoro, il personale ha l’obbligo di:

  • prendersi cura della salute e sicurezza, propria e dei pazienti, osservando le disposizioni impartite dal datore di lavoro, dai dirigenti e preposti, ai fini della protezione collettiva e individuale;
  • utilizzare in modo corretto le attrezzature di lavoro nonché i dispositivi di sicurezza e segnalare immediatamente eventuali deficienze e/o situazione di pericolo
  • non compiere di propria iniziativa operazione o manovre che non sono di sua competenza e/o che possano compromettere la sicurezza propria o di altri lavoratori;
  • partecipare ai programmi di formazione e addestramento organizzati dalla Mater Dei;
  • sottoporsi ai controlli sanitari previsti dalla normativa vigente e/o disposti dal medico competente.

Tutela dei beni della Società

Il Personale è responsabile della risorsa a lui affidata. È compito del responsabile della risorsa evitare usi impropri, che possano comprometterne il funzionamento o l’efficacia/efficienza e adottare comportamenti in linea con manuali d’uso e procedure, ponendo la dovuta cura e diligenza, al fine di scongiurare il pericolo di danneggiamenti e/o smarrimenti.Il Personale responsabile della risorsa ha il dovere di informare tempestivamente nel caso di danneggiamenti, smarrimenti e/o situazioni “a rischio”. Il Personale affidatario della risorsa ne può fare uso esclusivamente per scopi connessi all’esercizio dell’attività lavorativa. In nessun caso, il personale affidatario può utilizzare una risorsa della società per scopi personali.

Riservatezza delle informazioni

Ogni informazione di cui i Destinatari vengano a conoscenza, nell’ambito della prestazione della propria opera, è strettamente riservata e di proprietà esclusiva della Mater Dei. L’azienda garantisce la riservatezza nel trattamento dei dati, dotandosi di apposite misure organizzative, quali:

  • Organizzazione degli spazi in modo che gli utenti in coda non si trovino nelle immediate vicinanze dell’utente in turno.
  • Registrazione dei dati degli utenti al riparo da sguardi di personale non autorizzato ed utilizzo di screen saver temporizzati.
  • Chiamata dell’utente identificandolo con un codice e non con nome e cognome e adozione di sistemi elimina code elettronici.
  • Utilizzo di password all’avvio del computer e di codici identificativi personali per l’accesso a Windows e alle applicazioni.
  • Archiviazione della documentazione cartacea in locali ad accesso selezionato e controllato.

Omaggistica e regalie

L’omaggistica, che può essere eventualmente offerta dalla Mater Dei in occasione di ricorrenze o festività, è costituita da beni di valore modico ed è unicamente volta a promuovere l’immagine della Mater Dei, pertanto non può assolutamente essere interpretata come un mezzo utilizzato al fine di ottenere trattamenti di favore nello svolgimento di qualsiasi pratica/attività.I collaboratori della Mater Dei non devono assolutamente accettare denaro o beni facilmente convertibili in denaro. Inoltre, i collaboratori non devono accettare doni o benefici, il cui valore ecceda il modico valore e che possano essere interpretati come mezzi volti ad ottenere vantaggi in modo improprio (ad esempio riduzione dei tempi di attesa). La ricezione dei suddetti doni o benefici deve essere notificata all’OdV per le valutazioni del caso.

Rispetto della normativa in materia della incolumità e personalità individuale

La Mater Dei ripudia qualunque attività che possa comportare una lesione dell’incolumità individuale. In particolare, la Mater Dei attribuisce primaria rilevanza alla tutela dei minori e alla repressione dei comportamenti di sfruttamento nei confronti dei medesimi.È vietato l’uso degli strumenti informatici della società finalizzato a porre in essere o anche ad agevolare possibili condotte afferenti il reato di pornografia minorile.Inoltre, al fine di garantire il pieno rispetto della persona, la Mater Dei rispetta la normativa vigente a tutela del lavoro, con particolare attenzione al lavoro minorile, attraverso la predisposizione di specifiche clausole risolutive del contratto che prevedono il rispetto del Codice Etico.

Lotta alla criminalità organizzata, al terrorismo e ai reati finalizzati all’eversione dell’ordine democratico

Presso la Mater Dei è vietato qualsiasi comportamento che possa costituire o essere collegato a criminalità organizzata, ad attività terroristica o di eversione dell’ordine democratico dello Stato.A tal fine:

  • Per scongiurare il pericolo di instaurare rapporti di collaborazione con individui appartenenti ad organizzazioni criminali e/o terroristiche, viene richiesto un certificato dei carichi pendenti e casellario giudiziale.
  • Per scongiurare il pericolo di offrire inconsapevole rifugio o occultamento a individui appartenenti ad organizzazioni criminali e/o terroristiche, tramite il ricovero, ogni giorno viene effettuata la comunicazione dei ricoverati alla Polizia di Stato.

Corretto uso delle risorse informatiche e trasmissione telematica dei documenti

Le risorse informatiche sono utilizzate nel rispetto delle leggi e delle procedure di gestione interne.In particolare:

  • I software in uso presso la Mater Dei sono regolarmente acquistati e dotati di licenze d’uso.
  • Il personale ha il divieto assoluto di effettuare il download da internet di programmi, film, canzoni o altri documenti non autorizzati dalla Direzione e protetti da copyright.
  • Tutti gli operatori accedono al pc con account limitato protetto da password, che non consente l’installazione di alcun software e/o periferica. Detta procedura è consentita esclusivamente all’Amministratore di Sistema.

La trasmissione di dati ed informazioni in via informatica e telematica a soggetti pubblici o comunque relativamente a documenti aventi efficacia probatoria, avviene secondo criteri di legittimità, verità, esatta corrispondenza ai fatti e circostanze rappresentati.

Trasparenza nella redazione della documentazione contabile

La Società registra in modo accurato e completo tutte le attività ed operazioni aziendali, onde attuare la massima trasparenza contabile nei confronti dei soci, dei terzi e degli enti esterni preposti, ed evitare che compaiano poste false, fuorvianti o ingannevoli. L’attività amministrativa e contabile è attuata con l’utilizzo di aggiornati strumenti e procedure informatiche che ne ottimizzano l’efficienza, la correttezza, la completezza e la corrispondenza ai principi contabili, oltre a favorire i necessari controlli e verifiche sulla legittimità, coerenza e congruità dei processi di decisione, autorizzazione, svolgimento delle azioni ed operazioni della Società. La Società ritiene che la correttezza e la trasparenza dei bilanci aziendali siano valori importanti, che essa persegue anche con le verifiche da parte del Collegio sindacale; la Mater Dei presta a tutti i livelli la massima collaborazione, fornendo informazioni corrette e veritiere in merito alle attività, beni ed operazioni aziendali, nonché in merito ad ogni ragionevole richiesta ricevuta dagli Organi competenti.

Condotta societaria

La Mater Dei ritiene che debba essere sempre perseguita una condotta societaria nel rispetto formale e sostanziale delle normative di legge, proteggendo la libera determinazione assembleare, mantenendo una condotta trasparente ed affidabile, anche nei confronti dei creditori.

Sistema disciplinare

I principi espressi nel presente Codice sono parte integrante delle condizioni che regolano i rapporti di lavoro interni alla società, eventuali violazioni daranno luogo all’applicazione di sanzioni in conformità al sistema disciplinare aziendale attualmente vigente.Il mancato rispetto dei precetti contenuti del presente Codice potrà comportare la risoluzione del rapporto di lavoro con i dipendenti, i professionisti ed i fornitori..

I dettagli relativi al sistema disciplinare sono indicati nell’apposita sezione del Manuale del Modello Organizzativo ai sensi del D. Lgs. 231/2001.

Obbligo di comunicazione all’ODV

Tutti i Destinatari del Codice sono tenuti a segnalare tempestivamente all’OdV ogni comportamento contrario a quanto previsto dal codice stesso, dal Modello, dalle norme di legge e dalla procedure interne.I segnalanti saranno garantiti contro qualsiasi forma di ritorsione, discriminazione o penalizzazione; sarà inoltre garantita la riservatezza dell’identità del segnalante fatti salvi gli obblighi di legge e la tutela dei diritti della società o delle persone accusate erroneamente e/o in malafede.

L’attuazione del Codice Etico

Il compito di vigilare sul rispetto del presente Codice spetta all’OdV che adotta i provvedimenti necessari per assicurarne l’applicazione.